Non c’è confronto

Non c’è confronto

Fare confronti, per un organo analogico com’è il nostro cervello, è essenziale. È dal confronto, dalla valutazione di analogie e differenze che scaturisce il pensiero critico, la capacità tutta umana di far discendere i pensieri dialettici dalle deduzioni avvertite sulla base dell’attività percettiva dei sensi. In politica, poi, siamo sempre chiamati a scegliere. E a … Continua a leggere

Ambiguità della modernità

Ambiguità della modernità

La riforma della scuola, uno dei perni propagandistici del governo Renzi, sta procedendo a tappe forzate verso la definitiva approvazione della Camera dei Deputati. L’esecutivo è costretto a una piccola marcia indietro, ingoiando lo stralcio dell’articolo 17, quello relativo al 5 per mille da destinare ai singoli istituti. Ma la ministra Giannini è talmente convinta della … Continua a leggere

Rieducazione un po’ fascista

Rieducazione un po’ fascista

Uno dei protagonisti della stagione politica corrente, quella che guarda alle elezioni amministrative del 31 Maggio 2015, è senza dubbio Matteo Salvini, segretario della Lega Nord ed erede di un complesso patrimonio politico; quello – tra i tanti dèi dell’Olimpo padano – di Bossi, Calderoli, Roberto Maroni, governatore della Lombardia. Un patrimonio, va detto, che … Continua a leggere

Che fine ha fatto la Grecia?

Che fine ha fatto la Grecia?

Non se ne parla quasi più: i greci sono finiti prima nell’angolo della punizione con in testa il cappello del “somaro”, poi dietro la lavagna in ginocchio sui ceci, infine nel girone dei dannati. E dimenticati. Ma la situazione greca rimane un problema non aggirabile solo grazie alla nostra falsa coscienza. Giunge quindi a proposito … Continua a leggere

The english “bamboccions”

The english “bamboccions”

Interessante quanto scrive il Guardian (“Record levels of young adults living at home, says ONS”, 21 Gennaio 2014) sul cambiamento dei costumi sociali che la crisi sta causando nel Regno Unito. Se continua così, anche ai giovani di Sua Maestà verranno affibbiati epiteti come “bamboccioni” (Padoa Schioppa), “choosy” (Fornero) e “sfigati” (Martone)? Non si può … Continua a leggere