22 anni buttati

Pensiamo per un attimo al tempo che è trascorso dal 1993.

In Italia era l’epoca di Mani Pulite, una rivoluzione di tempra giudiziaria che travolse gli assetti istituzionali della Repubblica; la prima. Poi venne la seconda repubblica, che durata da più di vent’anni. Nacque col timbro di Di Pietro (e Colombo e Davigo e Borrelli e Greco e tanti altri protagonisti) e crebbe sotto il segno di Silvio Berlusconi. Ora abbiamo il Partito della Nazione di Matteo Renzi, al quale le “opposizioni” fanno il solletico: c’è solo lui al comando, in maglia rosa. E del resto lui se ne frega, letteralmente.

Intanto, però, la storia corre.
Gli inglesi hanno rieletto David Cameron, aristocratico furbo ed euroscettico per convenienza.
Gli irlandesi, i cattolici irlandesi, hanno votato YES al referendum per la legittimazione dei matrimoni omosessuali.
Gli spagnoli, proprio ieri, hanno consegnato alla sinistra il governo dei territori. E Podemos, il movimento-partito nato nel laboratorio politico della contestazione degli ultimi quattro-cinque anni (l’iniziale movimento 15-M: 15 Maggio fu la data delle partecipatissime manifestazioni che sancirono la nascita pubblica di quella esperienza i molte città iberiche), ha conquistato non solo la ribalta ma anche i seggi per governare, seppur in coabitazione con il PSOE.

In Italia no. Il tempo non passa mai. Qualcosa vorrà pur dire, no?
Una spiegazione, ancora una volta, ce la dà l’Indro, con “Baruffe Italiane”: 22 anni buttati…?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...