Piove forte, ma studiare i dati potrebbe evitare le tragedie

unione_sarda_datiSulla Sardegna precipitazioni eccezionali, si legge.
Un titolo, tra tanti, è dell’ Unione Sarda, che scrive: “In 24 ore è sceso un quantitativo di pioggia pari alle precipitazioni di sei mesi, con punte di 450 millimetri nella zona di Orgosolo (Nuoro) in 12 ore”: terribile, se pensiamo che in questa scala un millimetro corrisponde a un litro per ogni metro quadrato.

Un fenomeno non del tutto inatteso, però, se si prendono per buone le considerazioni pubblicate nei consuntivi meteorologici della Regione Sardegna. Si possono leggere, mese per mese, risalendo fino all’anno 2000.

Chiunque può farlo, qui: http://www.sar.sardegna.it/pubblicazioni/riepiloghimensili/mensili.asp, anche gli amministratori locali, ovviamente.  E la Protezione Civile. E persino il governo Letta, che stanzia una miseria nella sua legge di stabilità per la tutela del territorio: “Disastro Sardegna quando gli eventi eccezionali si ripetono”.

Insomma: si capisce che dal 2000 a oggi la piovosità è aumentata soprattutto in intensità: precipitazioni più o meno abbondanti ma distribuite in un numero minore di giorni di pioggia. Stessa acqua in meno tempo uguale maggiore intensità. Insomma: piove sempre più forte. Dal 2000 a oggi, in Sardegna, è così.

Leggiamoli allora, questi documenti, pubblicati dal Dipartimento Specialistico Regionale Idrometeoclimatico. Li riportiamo testualmente, benché un po’ sintetizzati:

Dal sito dell'ARPA Sardegna
Dal sito dell’ARPA Sardegna

Novembre 2012
Sulla costa orientale e sulle province meridionali delle Sardegna, i cumulati di precipitazione di novembre sono stati tra i 50mm e i 70mm. Sul resto dell’Isola le piogge hanno superato gli 80mm, arrivando sino a 130mm in Alta Gallura e a 160mm su Montiferru e Marghine.
La giornata più piovosa il 28: più di 50mm su circa un quinto della Sardegna, arrivando a 68.8mm a Giave, 68.4mm a Scano Montiferru e 63.6mm a Ghilarza. Abbondanti sono state anche le piogge del 19 su Gallura e la Baronia: 58.8mm a Luras, 47.0mm a Siniscola e 45.4mm ad Arzachena. Le piogge del 19 novembre hanno anche raggiunto i massimi mensili di intensità: 26.4mm a Siniscola tra le 17:40 e le 18:10 di cui 10.4mm alle ore 18:00.

Novembre 2011
La piogge di novembre risultano molto abbondanti, ma poco frequenti.
Cumulati di precipitazione tra i 90mm/mese e i 130mm/mese sulla provincia di Sassari e in tutta la parte centrale dell’Isola; i valori crescono sino a 170-200mm/mese in Gallura e nella parte sudoccidentale della Sardegna; essi, infine, superano i 200mm/mese, con punte di oltre 400mm/mese, su Baronia, Ogliastra, Barbagia di Belvì, Barbagia di Seùlo e Gerrei. Nella parte centrale e nord-occidentale della Sardegna tratta di valori in linea colla climatologia o superiori ad essa sino a 60%.
Due eventi di forte intensità hanno investito la Sardegna: il 5-6 e il 21-23 novembre. Nel primo episodio i cumulati hanno raggiunto i 102.6mm/d a Orgosolo Montes e 75mm/d a Nuoro. Nel secondo episodio le piogge hanno raggiunto i 164.2mm/d a Dorgali e i 152.2mm/d a Villanova Strisaili.

Novembre 2010
Le precipitazioni di novembre sono state molto abbondanti su tutta la Sardegna, con la sola eccezione della costa orientale. Cumulati mensili da 60-70mm/mese di quest’ultima parte dell’Isola, ai 100-150mm/mese di buona parte della Sardegna centrale, ai 200mm/mese della Sardegna Occidentale, ai quasi 300mm/mese delle zone di montagna. Si tratta di valori decisamente superiori alla media mensile, sino a più del doppio sulla parte centrale dell’Isola e con punte di oltre il 250% della media in Gallura e nella zona di Alghero. Si tratta di numeri particolarmente significativi, considerato che novembre già di per sé è uno dei due mesi climatologicamente più piovosi dell’anno.

Novembre 2009
Le piogge di novembre hanno interessato in maniera prevalente la metà occidentale della Sardegna, con cumulati di 90-100mm/mese distribuiti su 9-10 giorni e punte di oltre 150mm/mese sul Logudoro. Nella metà orientale della Sardegna, invece, le piogge mostrano andamento decrescente dai 70-80mm/mese (su 8-9 giorni) della parte centrale ai 20mm/mese (su 3-4 giorni) della costa orientale. Le precipitazioni si sono distribuite in due periodi: dal 2 al 12 e dal 27 al 31 novembre. I cumulati più elevati sono quelli dell’8 quando è piovuto su tutta l’Isola, con punte di 44.8mm a Macomer e 29.6mm a Scano Montiferru. Valori simili sono stati misurati il giorno 30: 35.6mm a Putifigari e 33.0mm a Giave. In tale giornata sono stati misurati anche i massimi di intensità di precipitazione: 8.2mm/10min a Scano Montiferru.

Novembre 2008
Il mese di novembre è stato uno dei più piovosi da quando è stata installata la rete delle stazioni dell’ex-SAR. I cumulati di precipitazione hanno superato i 200mm/mese (circa il doppio della media climatologica) su tutta la parte orientale della Sardegna, e con valori superiori ai 400mm/mese sulla Baronia (oltre il triplo della media). Sulla restante porzione di Sardegna Orientale e su alcune parti del Nord-Ovest dell’Isola i cumulati hanno superato i 150mm/mese, mentre sul resto del territorio regionale i cumulati si sono assestati sui 120mm/mese; in tutti i casi si tratta di valori superiori alla media di circa il 50%. Numerose giornate del mese hanno avuto precipitazioni molto abbondanti. Il 27 e 28: 276.0mm/2g a Orosei (di cui 233.6mm/g nel solo 28), 187.6mm/2g a Siniscola (di cui 162.0mm/g il 28) e 141.6mm/2g a Jerzu (di cui 90.0mm/g il 28).

Novembre 2007
Le precipitazioni di novembre si sono concentrate sulla parte orientale dell’Isola che ha ricevuto tra i 100mm/mese ed i 200mm/mese, distribuiti su 8-10 giorni; tali valori risultano superiori alla media climatologica, anche in misura consistente. Molti eventi hanno fatto registrare cumulati giornalieri elevati; l’evento più interessante è quello che si è verificato il 28 e 29. Il 28, in particolare, si sono avuti 90.6mm/g a Villanova Strisaili, 75.2mm/g a Jerzu, 70.4mm/g a Nuoro e cumulati superiori a 50mm/g su un quinto dell’Isola; il 29, invece, i cumulati hanno raggiunto i 64.4mm/g a Dorgali e 44.8mm/g ad Oliena.

Novembre 2006 (un novembre “siccitoso”)
Novembre è stato caratterizzato da precipitazioni modeste: la parte nordorientale dell’Isola, il Campidano e la Provincia di Cagliari in generale hanno ricevuto meno di 20mm/mese, distribuiti su 2-3giorni/mese; il resto dell’Isola ha avuto cumulati superiori a 20mm/mese (su almeno 3 giorni/mese), con punte di più di 40mm/mese sul Montiferru e sulla Barbagia di Belvì. È chiaro, però, che si tratta di valori intorno al 20% della media climatologica, quindi eccezionalmente bassi per il mese di novembre. Questo è particolarmente importante perché, a differenza di altri mesi invernali (come ottobre o febbraio), questo mese è sempre caratterizzato da abbondanti precipitazioni.
Tra i rari eventi di pioggia, l’unico che ha interessato l’intera Sardegna è stato quello del 22. In quel giorno si sono avuti anche i massimi cumulati del mese e le piogge più intese: 43.4mm/mese ad Aritzo e 32.2mm/mese sul Supramonte di Orgosolo; 9.0mm/10min a Gonnosfanadiga alle 4:00.

Novembre 2005
Sulla Sardegna centro-meridionale e sulla Gallura le precipitazioni sono state superiori alla media stagionale, anche in misura consistente. Sul resto dell’Isola, in particolare le province di Sassari e Oristano, le piogge sono state in linea (o di poco inferiori alla media).
I cumulati più alti si sono registrati in Ogliastra (oltre 170mm) e nella fascia che va dall’Iglesiente al Gerrei (oltre 150mm); il confronto col clima mostra che alcuni di questi valori corrispondono a più del doppio della media. Per quel che riguarda la frequenza, i massimi si sono avuti sull’estremo Sud che ha avuto 12 giorni di pioggia.
Le due piogge più intense sono state misurate il 17 ed il 19. Il 17 si sono avuti 12.0mm/10min a Guasila; il 19, invece, la località interessata è stata Stintino, con 11.6mm/10min e 25.8mm/1ora registrati tra le 14:30 e le 15:30.

Novembre 2004
Sulla Sardegna centro-meridionale e sulla Gallura le precipitazioni sono state superiori alla media stagionale, anche in misura consistente. I cumulati più alti si sono registrati in Ogliastra (oltre 170mm) e nella fascia che va dall’Iglesiente al Gerrei (oltre 150mm); il confronto col clima mostra che alcuni di questi valori corrispondono a più del doppio della media. Per quel che riguarda la frequenza, i massimi si sono avuti sull’estremo Sud che ha avuto 12 giorni di pioggia.
Le piogge si sono distribuite su gran parte del mese e in numerose occasioni i fenomeni hanno investito tutta l’Isola. I massimi sono stati registrati il 9 ed il 13 novembre: il 9 si sono avuti 71.6mm ad Iglesias e 50.8mm a Scano di Montiferru; il 13 i pluviometri hanno misurato 68.2mm a Villanova Strisaili e 56.8mm a Jerzu. Le due piogge più intense sono state misurate il 17 ed il 19. Il 17 si sono avuti 12.0mm/10min a Guasila; il 19, invece, la località interessata è stata Stintino, con 11.6mm/10min e 25.8mm/1ora registrati tra le 14:30 e le 15:30.

Novembre 2003
Se si eccettuano la Gallura e l’Iglesiente, su tutta la Sardegna le precipitazioni hanno raggiunto l’80% della media climatologica, sia in termini di cumulato che di frequenza. In due parti dell’Isola, poi, i cumulati sono stati decisamente superiori, andando oltre i 120mm: la zona del Logudoro-Meilogu-Marghine e la zona delle Barbagie-Mandrolisai-Ogliastra. Sull’Ogliastra, in particolare, i cumulati hanno superato la media di oltre il 50%.
Il mese si è aperto con precipitazioni abbondanti; è stata tuttavia la terza decade ad avere gli eventi più interessanti. Le massime precipitazioni si sono registrate il 20: 91.8mm a Villanova Strisaili, 63.2mm a Jerzu, 56.0mm a Villasalto e 55.6mm a Muravera, con piogge estese a tutta l’Isola. Interessante anche l’evento del 27 che ha fatto registrare 52.6mm a Gavoi e 45.0mm a Sadali. Numerose eventi intensi sono stati registrati nella seconda e nella terza decade, senza però che si sia mai superata la soglia dei 10mm/10min. Fra di essi si segnalano: 8.6mm/10min a Bitti alle 17:50 del 20 ed a Bonnanaro alle 13:20 del 27.

Novembre 2002 (un altro novembre “siccitoso”)
Come spesso accade, il settore occidentale dell’isola ha ricevuto le piogge più cospicue: i cumulati mensili hanno superato i 100 mm su Marghine, Planargia, Logudoro ed Iglesiente, mentre sull’altro versante non si sono raggiunti gli 80 mm. Su quasi tutta l’Isola, tuttavia, il confronto con la media climatica indica un apporto d’acqua deficitario, attestatosi mediamente attorno all’80% della norma, con l’eccezione di poche stazioni isolate. Le cartine mostrano però che è piovuto a lungo, con un numero di giorni piovosi (ossia con cumulato maggiore di 1 mm) ben in linea con la media climatologica, ed anzi superiore a questa in buona parte dell’isola: ciò, insieme ai modesti cumulati, indica che le precipitazioni di questo mese sono state, con alcune eccezioni, di debole intensità.

Novembre 2001
È piovuto abbastanza spesso: più del 40% rispetto alla norma.
Due i periodi particolarmente piovosi: il primo, dall’8 al 15, ha fatto registrare il massimo mensile, pari a ben 77.4 mm, raccolti ad Aglientu il 15; due giorni prima venivano segnalati 46.6 mm a Luras, 44.2 mm a Berchidda e 37.0 mm a Valledoria; il giorno 10 si è avuta invece la precipitazione più diffusa, che ha interessato oltre il 90% del territorio, con cumulati che hanno raggiunto i 39.0 mm a San Teodoro. Inoltre, per ben quattro giorni di seguito, dal 12 al 15, la pioggia ha interessato oltre tre quarti della regione. La seconda ondata di maltempo è andata dal 17 al 20, ed ha fatto registrare il giorno 18 cumulati di 37.0 mm a Sassari e 48.0 mm a Olmedo.
La precipitazione più intensa, infine, appartiene ancora al primo evento: ben 14.0 mm sono caduti tra le 00:50 e le 01:00 del giorno 11 nel pluviometro di Arzachena; lo stesso strumento ha raccolto in 40 minuti un totale di 32.8 mm di pioggia.

Novembre 2000
Una piovosità abbondante, ma mal distribuita, ha caratterizzato il mese di novembre. Le precipitazioni più cospicue, oltre che le più intense, hanno colpito il Montiferro, dove la stazione di Scano ha raccolto un cumulato mensile di ben 280 mm, contro i 120 mm della media climatica. Tutta la costa orientale ha registrato invece un evidente deficit, con cumulati attorno ai 40 mm, pari a circa il 40% del valor medio climatico; si noti tuttavia che qui il numero di giorni piovosi è in effetti in linea con la climatologia, mentre sul settore occidentale della regione è piovuto per oltre la metà del mese, ossia circa il 70%-80% in più della media.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...