90.000 dollari per un giorno di lavoro

Contratti sottoscritti da enti pubblici che favoriscono gli amici degli amici.
Denaro pubblico che viene destinato discrezionalmente e senza alcuna gara all’acquisto di servizi non pianificati.
L’emergenza e la necessità urgente che giustifica tutto. Sospetti e trame che collegano pubblici funzionari e imprese private…

È l’Italia? No. O, almeno, non solo. Ecco cosa è accaduto negli Stati Uniti, District of Columbia.

L’OSSE, l’Office of the State Superintendent of Education, l’ente governativo del District of Columbia (lo Stato-non-Stato degli Usa dove sorge Washington) delegato alla gestione del sistema scolastico, ha pagato 89995 dollari alla SPC Consulting, una società di consulenza di Chicago, per un solo giorno di lavoro: il “Parent and Family Engagement Summit“, una conferenza sull’istruzione tenutasi il 7 Settembre scorso.

90mila dollari per:

  • un discorso di mezz’ora
  • tre workshop di 45 minuti con i genitori dei ragazzi in età scolare 
  • la distribuzione di alcune centinaia di copie di libri destinate agli stessi genitori

La società SPC Consulting, beneficiaria del contratto, è diretta da “Sunny” Chico, un’ex funzionaria del Dipartimento dell’Istruzione degli Stati Uniti e moglie dell’avvocato e lobbysta parlamentare Gery Chico (http://www.chiconunes.com/gery-chico/). Ma è anche una vecchia conoscenza del capo del personale dello stesso OSSE (ed ex responsabile delle scuole pubbliche della città) Jose Alvarez.

Dalla homepage della SPC Consulting

Dalla homepage della SPC Consulting,il cui ramo editoriale si chiama “Herminia Publishing”

L’ente pubblico ha assunto l’impresa senza gara d’appalto, motivando la scelta con il carattere di urgenza che caratterizzava la prestazione richiesta: “un fatto anomalo che non si ripeterà”, ha dichiarato lo stesso Alvarez.

Perché è interessante questa notiziola da basso impero?
Perché la cifra impiegata dall’OSSE – 90mila dollari! – supera di circa 36000 dollari lo stipendio medio annuale di un insegnante di high-school (che è pari a circa 54mila dollari). È più del triplo del “salario di sussistenza” – 26 mila dollari annui – che Wal-Mart sarebbe stata tenuta a pagare ai propri dipendenti se fosse passato un disegno di legge che invece il sindaco (democratico) Vincent C. Gray ha bloccato proprio nel Settembre di quest’anno.

Deduzioni
Chi gestisce il potere e il denaro pubblico dovrebbe rispettare scrupolosamente le regole e le leggi. Le procedure dovrebbero essere trasparenti. I curricula adeguati. Le scelte giuste e motivate dalla pubblica utilità. Da noi non succede spesso, non è qualunquismo: è storia. Ma che succeda anche negli USA, benché si tratti di cifre tutto sommato molto piccole, è un pericoloso segnale. Pericoloso come quando un carcerato illustre telefona al ministro per chiedere aiuto; e il ministro risponde. Negli USA? No, in Italia…

N.B.
Il contratto che ha sancito l’affare è visibile qui: http://apps.washingtonpost.com/g/page/local/contract-with-spc-consulting/550/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...